Servizio Civile

dal 2015 anche Avis Regionale Friuli Venezia Giulia partecipa al bando di Servizio Civile Nazionale con il progetto "Servizio e Dono"

Ogni anno, a partire dal 2015, 4 ragazzi prestano servizio presso la sede di Avis Regionale Friuli Venezia Giulia, a Pordenone in Via Montereale 24, dentro le mura dell’ospedale civile, per 12 mesi.
Il Servizio Civile Nazionale, come lo conosciamo oggi, è nato tra il 1999 ed il 2001, ed è uno strumento di crescita sociale al quale possono avere accesso diversi enti ed associazioni, tra le quali quelle che operano in ambito sociale, culturale e sanitario.
Ad oggi Avis vede impiegati in diversi progetti quasi 400 ragazzi (numeri in crescita) in ben 16 regioni italiane, che operano all’interno delle Comunali, delle Provinciali e Regionali.

 

Il Progetto “Servizio e Dono” del Friuli Venezia Giulia prevede l’impiego dei volontari a fianco ed in supporto delle attività del Gruppo Scuola nelle scuole superiori, con le conferenze mediche, le giornate di prima donazione, “Il Dilemma del Prigioniero” e nelle scuole elementari con attività quali “GiocAvis”, “Fiabilas” e “Pittura Creativa”: iniziative dove ci si mette in gioco, specialmente con i ragazzi delle elementari, ma dalle quali si può imparare e ricevere molto, trasmettendo valori come il rispetto, l’amicizia e la solidarietà, valori alla base della “cultura del dono” promossa da Avis.
Un altro impego rilevante dei volontari è il prezioso sostegno alla crescente realtà di ProntoAvis, l’ufficio regionale di prenotazione della donazione, che, oltre a ricevere le richieste, si preoccupa di coprire eventuali disdette e mantenere costante le presenze nei centri trasfusionali, contattando i donatori.

 In Avis Regionale Friuli Venezia Giulia esiste la concreta e sincera opportunità di “metterci del proprio” sviluppando le proprie competenze e peculiarità, permettendo di crescere e di costruire qualcosa a beneficio dei donatori e di tutti i volontari.

 

 

 

Questa è l'esperienza dei ragazzi del Servizio Civile 2016-2017

Davide, Enrico ed Erik: siamo i tre ragazzi che hanno svolto il servizio civile in Avis Regionale Friuli Venezia Giulia da ottobre 2016 a ottobre 2017. Diverse le attività a cui abbiamo preso parte o portate avanti in questo intenso periodo. Vogliamo presentarle a voi per condividere il percorso!

 

Formazione

I primi due mesi sono stati molto “formativi”: questo richiede giustamente il servizio civile nazionale e così il primo approccio è stato con il dottor Stefano Carbone sul “Lavorare in gruppo”. Quindi abbiamo preso parte sia alla formazione generale con i ragazzi di Veneto e Trentino per comprendere meglio il mondo e le norme di Avis, sia alla formazione generale per acquisire le competenze per le varie attività da portare nelle scuole. 

 

Attività nelle scuole

Il progetto che ci ha riguardato maggiormente è stato GiocAvis, un’attività proposta ai ragazzi di quinta elementare che intende sviluppare il senso di solidarietà e cittadinanza attiva anche a bambini ancora lontani dalla maggiore età. Prima in affiancamento agli operatori esperti, poi pian piano da soli, diventando così autonomi: così abbiamo preso coscienza e capacità di GiocAvis, che assieme ad altri volontari è stato portato in ben 77 classi della Regione ed è stato anche al centro di un servizio di Tino Zava del TG Regione Rai.

 

Oltre a GiocAvis, vero e proprio cavallo di battaglia, ci siamo cimentati con Fiabilas, gioco dell’oca rivisto in chiave donazione di sangue, proponendolo anche in un centro estivo. In più, in due classi è stata portata anche Pittura creativa, che unisce il racconto al disegno ed è rivolto in particolare ad alunni di otto/nove anni.

Ma Avis Regionale Friuli Venezia Giulia non è attiva solo nella scuola elementare, bensì anche in quella superiore: così noi tre abbiamo affiancato in più occasioni le conferenze con il medico e successivamente dato una mano con gli elettrocardiogrammi svolti a scuola e la prima donazione, tutte attività portati avanti da Agostino Marchi e Lino Lorenzini del gruppo scuola.

Inoltre, in alcune scuole, abbiamo affiancato le volontarie più esperte nel “Dilemma del prigioniero” e nel GiocAvis alle superiori, proposte un po’ diverse dal solito con la quale abbiamo cercato di sensibilizzare studenti che hanno da poco compiuto i 18 anni, età minima per poter donare.

 

ProntoAvis

Cos’è ProntoAvis? È il servizio di prenotazione della donazione di sangue attivo da quasi due anni in provincia di Pordenone. Guidato da Cristina Zanette, Raffaele Busato e Sonia Nadalin, con l’aiuto di alcuni bravi volontari, ha visto protagonisti anche noi, che una volta a settimana ci siamo avvicendati tra segreteria, appuntamenti da programmare, disdette da coprire e la soddisfazione di essere parte attiva di un servizio che contribuisce in maniera rilevante a far sì che non manchino mai scorte di sangue nei nostri ospedali e allo stesso tempo invita (ma non obbliga) gli avisini ad andare a donare per far bene agli altri e anche a sé stessi.

 

Comunicazione e newsletter

Illuminante è stato un corso promosso dal Centro servizi volontariato FVG al quale abbiamo partecipato assieme alla nostra responsabile Sheila Zorloni, apprendendo alcune competenze riguardanti tecniche di comunicazione.

Da lì è partita la “rivitalizzazione” della pagina Facebook Avis Regionale Friuli Venezia Giulia, seguita in particolare da Erik, molto bravo pure a livello grafico e successivamente la proposta di rivisitazione della newsletter, che preso posto del periodico “AvisNotizie FVG”.

Si è deciso di realizzare una newsletter a carattere mensile, snella, con due-tre notizie che spaziano dall’approfondimento al racconto di alcuni importanti avvenimenti e che sia semplice e veloce da leggere.

 

Eventi

In quest’anno di servizio civile abbiamo avuto la possibilità di partecipare a diversi eventi. Il primo che ci ha visti protagonisti sin dall’ideazione è stato “Cuore di mamma, cuore di Avis”, svolto domenica 14 maggio al centro commerciale Città Fiera a Martignacco (Udine) nell’ambito della serie di incontri di “La salute al centro promossi” dal Città Fiera con il Centro servizi volontariato FVG. L’idea era quella di coinvolgere bambini e famiglie, perciò abbiamo creato DadAvis, un piccolo gioco con dado nella quale abbiamo avvicinato e informato qualche donatore. Pensato per i genitori è stato il coinvolgimento della Croce Rossa udinese, che ha mostrato le manovre di disostruzione pediatrica.

Anche il mondo della musica ci ha visti coinvolti: a Villanova di Pordenone agli inizi di giugno siamo stati presenti al PopFestival, nuova rassegna che ha coinvolto molti giovani. Ma soprattutto abbiamo partecipato alla tappa di Lignano del tour di Tiziano Ferro, testimonial Avis da diversi anni. In questo contesto abbiamo conosciuto diverse volontarie Avis del FVG, stretto amicizia, diffuso il messaggio a tante persone e partecipato a un concerto fantastico!

 

Conclusioni

Concludiamo dicendo che è stato un anno importante e intenso per noi, durante il quale abbiamo conosciuto la struttura di Avis e molte persone che volontariamente spendono tempo ed energia per diffondere il messaggio della donazione e della solidarietà.

Siamo cresciuti anche personalmente, lavorando insieme, acquisendo competenze o rafforzandole e, lavorando in ambiti differenti, abbiamo avuto l’opportunità di metterci alla prova in diversi contesti.

Il servizio civile è un’occasione da cogliere, permette alla persona di crescere, alla comunità di beneficiare di idee ed energie nuove e anche di avere una piccola remunerazione, che non guasta. Per cui lo consigliamo, sia esso in Avis o in altri contesti!

Così come abbiamo ricevuto una buon testimone da Barbara, Beatrice, Giacomo ed Ilenia, i quattro ragazzi che ci hanno preceduti, così speriamo di poter lasciare ai quattro che verranno, ai quali già da subito diamo il benvenuto!

CALENDARIO AVIS FVG